Con la conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 21 giugno 2022, n. 73, recante misure urgenti in materia di semplificazioni fiscali e di rilascio del nulla osta al lavoro, Tesoreria dello Stato e ulteriori disposizioni finanziarie e sociali  , “al fine di semplificare, razionalizzare e armonizzare le
procedure di accertamento e di valutazione delle condizioni di
invalidità, di disabilità, di inabilità e di inidoneità, le
commissioni mediche di verifica operanti nell’ambito del Ministero
dell’economia e delle finanze, di cui all’articolo 7, comma 25, del
decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni,
dalla legge 30 luglio 2010, n. 122, sono soppresse a decorrere dal 1°
gennaio 2023 e tutte le funzioni da esse svolte sono trasferite
all’Istituto nazionale della previdenza sociale (INPS). A decorrere
dalla medesima data, l’INPS subentra al Ministero dell’economia e
delle finanze nell’attività di coordinamento, organizzazione e
segreteria delle commissioni mediche di verifica e nei rapporti
giuridici relativi alle funzioni ad esso trasferite”.
Conseguentemente la norma prevede che :
tutti gli accertamenti di idoneità e inabilità lavorativa
di cui all’articolo 71 del testo unico di cui al decreto del
Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3, agli articoli 16 e
56, primo comma, del decreto del Presidente della Repubblica 20
dicembre 1979, n. 761, all’articolo 13 della legge 8 agosto 1991, n.
274, e all’articolo 2, comma 12, della legge 8 agosto 1995, n. 335,
nei confronti del personale delle amministrazioni statali, anche ad
ordinamento autonomo, degli enti pubblici non economici e degli enti
locali, a decorrere dal 1° gennaio 2023, sono effettuati dall’INPS
con le modalità di accertamento già in uso per l’assicurazione
generale obbligatoria.

Sarà un un decreto del Ministro dell’economia e delle finanze e
del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, da adottare entro
il 31 dicembre 2022, a stabilire le norme di coordinamento e le
modalità attuative

fonte : https://www.gazzettaufficiale.it/

 

Leave A Comment